Come iniziare - ALDO COZZI

Macchina per pasta fresca aldo cozzi
Aldo Cozzi
Vai ai contenuti

Menu principale:

Avviare un Pastificio
APRIRE UN LABORATORIO ARTIGIANALE DI PASTA FRESCA.
IMPARARE A FARE LA PASTA: All'Uovo, Ripiena e Secca.

Aprire un laboratorio di pasta fresca pasta secca, pasta biologica o senza glutine per celiaci è una iniziativa di sicuro successo se offrirete un prodotto buono e gustoso come quello fatto in casa.

Nella "GDO" cioè la grande distribuzione come supermercati e ipermercati stanno diventando concorrenti sempre più temibili dei comuni negozi di pasta fresca, quindi quelli che si specializzano nella produzione artigianale come pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e negozi di pasta fresca, appunto, continuano a fare affari, trovando nella genuinità del proprio prodotto la lo forza.
"La celiachia o intolleranza permanente al glutine - sostanza proteica contenuta in frumento, orzo e segale - è una patologia con la quale si può serenamente convivere, con l'unica accortezza di adottare una dieta assolutamente priva di glutine, con l'esclusione/sostituzione di molti degli alimenti più comuni quali: pasta, pane, biscotti, pizza, etc. La sua incidenza è balzata rapidamente alle cronache negli ultimi dieci anni, passando dalla classificazione preoccupante ma circoscritta di patologia rara, a quella estremamente più ampia e temibile di patologia sociale. Fino agli anni '90 l'incidenza della celiachia sulla popolazione italiana era bassissima (1/10.000) e pressoché sconosciuto ai più era il significato stesso della parola, ma la recente adozione di screening diffusi hanno delineato le vere dimensioni del problema.
Oggi i celiaci diagnosticati nel nostro Paese sono 35.000 e si stima per difetto che ve ne siano almeno altri 345.000 non diagnosticati; i recenti dati sull'incidenza della celiachia confermano la tendenza dell'Italia ad avvicinarsi ai tassi già registrati in altri Paese europei (ca. 1/100) con una percentuale attuale di ca. 1/150".

Ecco perchè Il business della pasta fresca negli ultimi anni continua ha crescere, questo aspetto è dovuto soprattutto all'attenzione verso un’alimentazione più sana e alla ricerca di piatti tradizionali e caserecci.
Quindi ecco che per sviluppare questo tipo di attività è necessario dare al cliente prodotti di qualità, che stuzzichino il palato ma, soprattutto vadano incontro alle sue esigenze.
Pensate ai Celiachi, alle persone che per intolleranza alimentare non possono gustare questa prelibatezza "NAZIONALE"
.
Per avviare un pastificio si puo' cominciare attrezzandosi con un piccolo locale di 40/50Mq, che dovrà essere completo di tutto il necessario per la preparazione della pasta e della relativa vendita del prodotto stesso.
In genere un piccolo pastificio può essere gestito a carattere familiare o comunque con 2/3 persone.
Per la preparazione occorre:
Un tavolo da lavoro in accioio inox, un impastastrice da 30lt, frigorifero da 700/1400Lt positivo e negativo, un gruppo tritacarne/grattugia.
Per quanto riguarda le macchine per pasta ripiena e non occorrono: una raviolatrice, una gnoccatrice, cilindro con impastatrice e taglierina semiautomatica.
Se si vuole fare anche pasta secca necessita di una pressa per produrre qualsiasi formato di pasta , successivamente è necessario dotarsi di un essiccatoio in automatico per la durata della pasta a norme CE di due anni.
Un eventuale confezionamento si putrà fare manualmente oppure con una pesatrice e confezionatrice in automatico per confezionare il prodotto finito.
Per la cottura:
Una cucina a 4/6fuochi con forno, un lavello ed una cappa di aspirazione
Per la vendita:
Banco espositivo refrigerato, bilancia elettronica ed un registratore di cassa per emettere scontrino di vendita.
L' investimento iniziale sara' all'incirca tra 25.000 ed i 45.000 Euro, considerando la disponibilità di macchinari seminuovi con condizioni di garanzia pari al nuovo.
ALDO COZZI offre da sempre ai suoi clienti di sapere cosa occorre per iniziare un attività di questo tipo consigliandovi al meglio.
Per aprire ed avviare un pastificio artigianale non sono necessari investimenti particolarmente elevati, né conoscenze tecniche sofisticate per questo forniamo all'inizio attività un corso sulla pasta e dell'uso delle macchine con un ns. pastaio in modo che vi insegni: (
le ricette, l'impasto, il ripieno, la pasta all'uovo, l'utilizzo e la manutenzione delle macchine ecc. ), oltre a farvi conoscere le normative CEE del settore, e come si può vedere ci sono ottimi motivi per ritenere che avviare un negozio di pasta fresca, oggi, possa ancora essere una buona idea per lavorare in proprio.

Oggi ci sono molte possibilità per aprire un attività di produzione di pasta fresca, anche con l’aiuto di contributi e finanziamenti regionali, statali ed Europei.

Basta consultare i portali specializzati a questa pagina, e chiedere al vostro Commercialista di fiducia, che saprà consigliarVi su quale strategia adottare.

Cosa serve per aprire:
Apertura partita IVA
Iscrizione al registro imprese
Iscrizione all'albo imprese artigiane
Autorizzazione sanitaria della ASL di competenza per il laboratorio e HACCP per l’igiene degli alimenti
Autorizzazione comunale per la vendita

Possibilità di finanziamenti in base alla Legge 215 per l’Imprenditoria Femminile

http://www.informagiovani-italia.com/Legge%20215_92.htm

SOVVENZIONI

utenti online
Aprire Laboratorio di Pasta Fresca - Aldo Cozzi
Torna ai contenuti | Torna al menu