Le farine senza glutine - ALDO COZZI

Macchina per pasta fresca aldo cozzi
Aldo Cozzi
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pasta senza Glutine
PERCHÉ SCEGLIERE LE FARINE SENZA GLUTINE?
Il glutine è una componente proteica dei cereali presente nel frumento e in alcune varietà di cereali quali farro, spelta, triticale, orzo e segale. Alcune persone manifestano dei disturbi correlati al glutine che, sebbene abbiano gli stessi sintomi (gonfiore e dolori addominali, spossatezza), diversa è l’origine e la diagnosi:
  • Celiachia: una patologia autoimmune che coinvolge prevalentemente l’intestino in quanto il sistema immunitario reagisce al glutine danneggiando la mucosa intestinale.
  • Sensibilità al glutine: presenta sintomi simili a quelli della celiachia e dell’allergia al grano senza che sia presente nessuna delle due patologie.
  • Allergia al frumento: interessa soprattutto la cute e l’apparato respiratorio e tra i sintomi comprende anche asma da farina o rinite.
L’intolleranza al glutine, intesa sia come celiachia che come sensibilità, riguarda circa l’1% della popolazione e può essere registrata a qualsiasi età, tanto che molte persone ne soffrono senza saperlo.
L’utilizzo delle farine senza glutine costituisce dunque per tutte queste persone una necessità legata alla salute, che non deve comunque prescindere dal gusto
Nel campo delle farine ne esistono alcune naturalmente senza glutine (ad esempio di riso, castagne, ecc.) che sono adatte a certi tipi di lavorazione in cucina, ma meno indicate per i prodotti da forno.
Esistono poi delle miscele di farine arricchite con ingredienti naturali o chimici, con cui si possono preparare prodotti più simili possibili a quelli contenenti del glutine. In commercio esistono dunque moltissime miscele di farine senza glutine, ma naturalmente non tutte hanno gli stessi risultati in termini di gusto.
Fonte Molini Spigadoro

utenti online
Torna ai contenuti | Torna al menu