Sanzioni - ALDO COZZI

Macchina per pasta fresca aldo cozzi
Aldo Cozzi
Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie Varie
Sanzioni per la violazione del nuovo DPR 41-2013.

Come anticipato su Pastaria sono state definitivamente approvate e sono entrate in vigore l’8 maggio 2013 le modifiche al regolamento sulla produzione e commercializzazione di sfarinati e paste alimentari.
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 95 del 23 aprile 2013 è stato pubblicato il Decreto del Presidente della Repubblica 5 marzo 2013 n.41.
Il citato DPR n. 41 modifica, a sua volta parzialmente, il regolamento che dodici anni fa aveva cambiato l’originale disciplina sulla pasta e sfarinati.
Infatti, la produzione di questi alimenti in Italia era regolata dalla legge 4 luglio 1967 n. 580.
Il DPR n. 187 del 2001 non aveva portato alcuna modifica con riguardo alle sanzioni previste nel caso di violazione delle disposizioni in tema di produzione di pasta alimentare.
Tale regolamento infatti, faceva semplicemente riferimento e richiamava le sanzioni contenute nella legge del 1967.
Sanzioni per la violazione del nuovo DPR 41-2013.
Il legislatore aveva utilizzato una tecnica normativa (cosiddetta del rinvio) molto criticata per l’incertezza che può dar luogo in concreto nei soggetti tenuti al rispetto e all’applicazione del combinato disposto delle norme così create.
Questa soluzione, anche se criticabile, ha comunque evitato che le disposizioni contenute nel DPR citato rimanessero prive di sanzione, così da rendere non punibili coloro che per caso avessero violato la disciplina in materia.
Si deve sottolineare come le sanzioni amministrative, al pari di quelle penali, devono essere previste espressamente da una norma di legge. Vige infatti nel campo del diritto punitivo inteso in senso lato il principio inderogabile della cosiddetta “riserva di legge”.



utenti online
Torna ai contenuti | Torna al menu