EXPORT DELLA PASTA A GONFIE VELE

Segno positivo l’export di dolci e pasta. Secondo quanto ufficializzato nel corso dell’assemblea annuale dell’associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane (Aidepi) nel 2012 l’ export dolciario ha messo a segno un +11% a valore e un +6,2% a volume, superando i 3 miliardi di euro.

Export pasta a gonfie vele - Aldo Cozzi

Buono anche il trend della pasta che continua a farsi largo sui mercati esteri, con un incremento dell’1,8% dei volumi sul 2011, a 1.802.750 tonnellate, per un valore di 1.940 milioni di euro (+6,8%).

Forte interesse per la pasta italiana è stato dimostrato dalla Cina (+60,1%) e Ucraina (+32,5%).

Il comparto dolciario ha invece registrato autentici exploit in Turchia (+133%) e Algeria (+62,5%).

Tra i vari dolci i migliori risultati nel 2012 li ha messi a segno il cioccolato: ha raggiunto per i prodotti finiti un +6% in valore per un totale, sommato con i semilavorati, di 4.835 milioni di euro.

In aumento anche la produzione dei due comparti; per il settore dolciario +2,7% sul 2011, a 1.945.650 tonnellate e un valore di oltre 13 miliardi di euro.

Per la pasta, la produzione e’ stata di oltre 4.600 milioni di euro di valore (pari a 3.326.750 tonnellate).

 

Articolo e altre news sul mondo Agroalimentare si possono trovare su AgroAlimentare News